BUSINESS, COMUNICAZIONE, IMPRESA, GIORNALISMO, COACHING

Indossa le sue scarpe ed eviterai lo scontro

Un giovane papà con due bimbe si è fermato sulle strisce pedonali, sotto un acquazzone, a inveire contro di me, agitando le braccia. Io me ne stavo seduto alla guida, fermo per lasciarli passare. Avrei potuto dare ascolto al mio istinto, scendere dall’auto e dire la mia. Ovviamente non l’ho fatto e sono rimasto impassibile, osservando quel tipo adirato davanti al mio cofano, che mi urlava chissà quali insolenze che non potevo sentire, per via del fragore della pioggia sulle lamiere e della radio accesa. Ho avuto la conferma di come l’immedesimarsi nell’altro, dominando istinti come l’orgoglio e la rabbia, possa aiutarci a prevenire crisi comunicative e a comunicare meglio.

leggi tutto
La paura del cambiamento ci rende meno vivi

La paura del cambiamento ci rende meno vivi

Tutto cambia. E’ un fatto naturale. Per quanto siamo resistenti al cambiamento non possiamo evitare questo continuo movimento naturale verso qualcos’altro a cui assistiamo quasi sempre inconsapevoli. E’ infatti con la consapevolezza che avvertiamo i cambiamenti fuori e dentro di noi. Solo così, con questa grande e totale attenzione al presente, possiamo veramente decidere del nostro futuro e cominciare un percorso di cambiamento auto-determinato, magari rivolgendoci a un Coach.

leggi tutto
Adriano Olivetti, attualità di un pensiero

Adriano Olivetti, attualità di un pensiero

Oggi si parla molto di etica nel fare impresa, o di impresa etica. E se ne parla ancor più in vista del grande cambiamento che ci attende con l’affermarsi della cosiddetta Quarta rivoluzione industriale. Adriano Olivetti sosteneva l’idea di un’economia che fosse prima di tutto motore di civiltà e di sviluppo sociale delle comunità e delle persone. Era un grande industriale che intendeva l’azienda come il cuore di una comunità ideale, in cui etica e produzione si fondevano. Lo stile aziendale olivettiano era innanzitutto basato sulla valorizzazione delle risorse umane e più in generale dei fattori immateriali dell’impresa.

leggi tutto

Abusivismo, che piaga

Non riconoscere il giusto prezzo a fronte di professionalità, continui aggiornamenti professionali, investimenti e oneri fissati dalla legge significa essere responsabili di un sistema criminale che sottrae risorse alla comunità e alimenta il malaffare. L’abusivismo è un reato e chi si rivolge agli abusivi è un complice. Esattamente come quando, pur rivolgendoci a un professionista, accettiamo di pagare in nero per risparmiare sull’Iva della fattura. E’ importante esserne consapevoli.

leggi tutto